LA DIETA MEDITERRANEA

Redazione

29 Marzo 2019

Nessun commento

La dieta mediterranea

La dieta mediterranea è quel regime alimentare che si basa sull’abbondanza dei prodotti vegetali, sull’uso dell’olio d’oliva come condimento, sul moderato consumo di carne e di grassi animali. Una dieta diffusa nei paesi costieri del Mediterraneo, e studiata dal fisiologo americano Ancel Keys.

Pochi sanno però che il dottor Keys visse molti anni della sua vita in Cilento, a Pioppi, dove comprò casa e dove morì – a dimostrare che i suoi studi erano credibili – a 101 anni. Il Cilento è dunque una delle patrie della dieta mediterranea, quella preferita dal suo fondatore: buona e salubre, questi sono i principi della dieta e della cucina cilentana.

Frutta, verdura e mozzarella

La frutta e la verdura innanzitutto. E il Cilento ne è ricco, a partire dalla grande specialità, il fico bianco, che viene consumato fresco in stagione e secco durante tutto l’anno. E poi i legumi, dai fagioli di Controne, vera specialità, fino al cece di Cicerale, che proprio dal buon vegetale prende il nome. C’è poi l’olio, altra grande specialità cilentana tanto da aver ottenuto la Dop, la denominazione di origine protetta, che garantisce livelli produttivi controllati e una elevata qualità. È un olio saporito ma a bassa acidità, un olio di grande qualità che si produce in tutta l’area, tanto che l’olivo è il vero protagonista del paesaggio cilentano dalla costa all’interno.

Il prodotto più famoso è però probabilmente la mozzarella, che viene realizzata da latte delle bufale che vengono allevate qui e nella vicina Piana del Sele. Alcuni tra i più famosi caseifici, come Vannulo, hanno sede tra Capaccio e Agropoli.  Ma tipica del Cilento è la mozzarella nella mortella, una specialità ottenuta con latte bovino.

I presìdi Slow Food

Insieme con questi prodotti, di alta qualità e alta notorietà (e non dimentichiamo il vino, che oggi anche qui ha assunto livelli elevati grazie a saggi produttori), ci sono i prodotti di nicchia, alcuni certificati con il prestigioso titolo di presidi slow food. Abbiamo già ricordato i ceci e i fagioli, ma ci sono in quest’area tanti altri prodotti, dalla sopressata di Gioi Cilento, al cacioricotta, fino alle magnifiche alici di menaica, una qualità di alici pescata con antiche tecniche a Pisciotta, un prodotto raro e di altissima qualità. Quindi, parafrasando lo slow food, qui si mangia buono, pulito e giusto. Per questo si vive fino a 101 anni!

Le nostre stanze

Per info contattaci

Nome :


Email :


Messaggio :


Accetto l'informativa sulla privacy (obbligatorio)